Seleziona il tipo di ricerca:

Torna alla pagina precedente TORNA CATALOGO / MODELLI STATICI / MONTATI / .4 AUTO IN SCALA 1:18 / CMCM-177

Articolo : CMCM-177 Disponibilità :  NonDisponibile  NonDisponibile
Prezzo : 549.00 €
Prezzo Web :    475.00 €
Il prodotto è stato inserito nel carrello!    


    CMC Lancia D50 1955 1/18 GP Monaco n.30 Eugenio Castellotti

    CMC Lancia D50 1955 1/18 GP Monaco n.30 Eugenio Castellotti   CMC Lancia D50 1955 1/18 GP Monaco n.30 Eugenio Castellotti   CMC Lancia D50 1955 1/18 GP Monaco n.30 Eugenio Castellotti
    CMC Lancia D50 1955 1/18 GP Monaco n.30 Eugenio Castellotti

    Fornitore

    Il talentuoso Eugenio Castellotti era membro della Scuderia Lancia, così come Alberto Ascari e Luigi Villoresi. Con i suoi successi ai Gran Premi di Torino e Pau, Castelotti arrivò al GP di Monaco con grande fiducia in se stesso, sapendo di avere diritto ad un quarto posto in griglia di partenza, accanto a Fangio, Ascari e Moss.

    CMC ha replicato la Lancia D50 seconda classificata con il numero di partenza 30. Questa miniatura vanta un look sportivo e un fascino carismatico per lo stile aerodinamico.

    Eugenio Castellotti, nato il 10 ottobre 1930, è stato registrato come pilota dilettante che ha guidato una Ferrari nel 1950. Ha avuto il talento necessario per conquistare un secondo posto sul podio nella mega-evento sportivo della Mille Miglia del 1952. Dal 1953 in poi, gareggiò esclusivamente e con successo con le auto sportive. Nella Carrera Panamericana di quell'anno si classificò terzo, accanto a Juan Manuel Fangio e Piero Taruffi. Vince anche il Campionato Italiano Bergrennen (Arrampicata) del 1953. Non c'è da stupirsi che Gianni Lancia, appassionato di motori, abbia firmato Eugenio Castellotti per la sua Scuderia Lancia.

    Il debutto della Scuderia Lancia al Gran Premio di Spagna (l'ultimo evento della stagione agonistica del 1954) e di nuovo al GP d'Argentina (l'esordio della nuova stagione 1955) si rivelò un disastro. Nessuna delle sue tre vetture di squadra ha mai tagliato il traguardo, e segnare punti per un titolo di campionato era appena fuori portata.

    I successi dei due Gran Premi di Torino e di Pau che seguirono la gara argentina di F1 furono consolazioni necessarie, ma non contribuirono alla realizzazione del sogno di Gianni Lancia di Formula Uno. Tuttavia, ebbe qualche soddisfazione per il fatto che i suoi piloti e le sue macchine erano in grado di competere con la Mercedes di Monaco. Ascari e Fangio hanno stabilito un identico tempo sul giro - 1:42.1 minuti, ma Fangio è stato il primo ad inchiodarlo e, quindi, ha conquistato la pole per la gara. Alle spalle di Ascari c'era Stirling Moss, che si posizionava al terzo posto, seguito da Eugenio Castellotti al quarto posto.

    Una gara movimentata, ricca di problemi tecnici e ritiri per i team Mercedes, Maserati e Gordini. L'atmosfera tumultuosa culmina con Ascari che si tuffa in mare con una Lancia D50. Almeno questo incidente non ha nulla a che vedere con un guasto meccanico. Il Gran Premio di Monaco del 1955 ebbe un finale quasi comico quando tutti rimasero sbalorditi dal fatto che Maurice Trintignant, che gareggiava con una Ferrari affidabile, sovralimentata, ma apparentemente obsoleta, si rivelò il vincitore. Aveva guidato Eugenio Castellotti di soli 20 secondi nel centesimo e ultimo giro.

    Caratteristiche del modello :
    Modello di precisione in metallo costruito a mano da 1.598 parti
    Cappuccio motore staccabile e bloccabile
    Schermo regolabile incernierato
    Replica realistica del motore V8 completo di tubi e cablaggio
    Tubi di scarico in metallo
    Assale sterzante triangolare con ammortizzatori, sospensione anteriore a quadrilatero, molla a balestra trasversale, tutto in metallo.
    Sospensione posteriore con tubo De-Dion, molla a balestra trasversale, bracci longitudinali e ammortizzatori interni, tutti in metallo.
    Griglia del radiatore realizzata a mano in acciaio inox con supporti metallici
    Replicazione altamente dettagliata del sistema di raffreddamento
    Circolazione del carburante e dell'olio altamente dettagliata
    Tappi del carburante incernierati autenticamente replicati
    Tappo di riempimento olio incernierato e replicato autenticamente
    Sedile conducente e poggiatesta rivestiti in pelle rivestiti in pelle
    Cerchi perfettamente realizzati con raggi e nippli in acciaio inox su cerchio in lega.
    Dadi della serratura centrale con filettatura destra/sinistra, replicati fedelmente
    Elegante finitura con una vernice brillante nel colore originale
    Numero di partenza 30 stampato con il metodo di stampa a tampone
    Particolarità come accessorio: Booster-Trolley con dispositivo di avviamento assistito separato.



    Barcode 0000000004336


    Aggiungi l'articolo alla lista dei desideri!
     Articolo aggiunto alla tua lista dei desideri! 


    Metti in osservazione il prodotto
    e avvisami quando torna ad essere
    disponibile
    Stai osservando questo prodotto. Riceverai una mail non appena il prodotto sarà disponibile

    CMC Lancia D50 1955 1/18 GP Monaco n.30 Eugenio Castellotti
    Caratteristiche del modello reale :

    Monoposto costruito su telaio tubolare con ruote autoportanti
    Motore V8 da 2,5 litri come elemento sollecitato del telaio
    Due valvole per cilindro comandate da due alberi a camme in testa
    Lubrificazione ad olio a carter secco
    Preparazione della miscela con quattro carburatori doppi Solex PII a doppio carburatore
    Doppia accensione (due spine per cilindro)
    Cambio manuale a cinque marce installato dietro al conducente
    Alesaggio x corsa: 73,6 x 73,1 mm
    Cilindrata: 2.488 cc
    Potenza massima: 260 CV a 8.000 giri/min.
    Velocità massima: 300 Km/h (a seconda del rapporto)
    Passo: 2.280 mm
    Carreggiata anteriore/posteriore: 1.294 / 1.330 mm
    Lunghezza totale: 3.570 mm
    Larghezza totale: 1.600 mm
    Altezza totale: 1.001 mm
    Peso : 620 kg




    Aggiungi l'articolo alla lista dei desideri!
     Articolo aggiunto alla tua lista dei desideri! 
    CMC Lancia D50 1955 1/18 GP Monaco n.30 Eugenio Castellotti

    Fornitore

    Il talentuoso Eugenio Castellotti era membro della Scuderia Lancia, così come Alberto Ascari e Luigi Villoresi. Con i suoi successi ai Gran Premi di Torino e Pau, Castelotti arrivò al GP di Monaco con grande fiducia in se stesso, sapendo di avere diritto ad un quarto posto in griglia di partenza, accanto a Fangio, Ascari e Moss.

    CMC ha replicato la Lancia D50 seconda classificata con il numero di partenza 30. Questa miniatura vanta un look sportivo e un fascino carismatico per lo stile aerodinamico.

    Eugenio Castellotti, nato il 10 ottobre 1930, è stato registrato come pilota dilettante che ha guidato una Ferrari nel 1950. Ha avuto il talento necessario per conquistare un secondo posto sul podio nella mega-evento sportivo della Mille Miglia del 1952. Dal 1953 in poi, gareggiò esclusivamente e con successo con le auto sportive. Nella Carrera Panamericana di quell'anno si classificò terzo, accanto a Juan Manuel Fangio e Piero Taruffi. Vince anche il Campionato Italiano Bergrennen (Arrampicata) del 1953. Non c'è da stupirsi che Gianni Lancia, appassionato di motori, abbia firmato Eugenio Castellotti per la sua Scuderia Lancia.

    Il debutto della Scuderia Lancia al Gran Premio di Spagna (l'ultimo evento della stagione agonistica del 1954) e di nuovo al GP d'Argentina (l'esordio della nuova stagione 1955) si rivelò un disastro. Nessuna delle sue tre vetture di squadra ha mai tagliato il traguardo, e segnare punti per un titolo di campionato era appena fuori portata.

    I successi dei due Gran Premi di Torino e di Pau che seguirono la gara argentina di F1 furono consolazioni necessarie, ma non contribuirono alla realizzazione del sogno di Gianni Lancia di Formula Uno. Tuttavia, ebbe qualche soddisfazione per il fatto che i suoi piloti e le sue macchine erano in grado di competere con la Mercedes di Monaco. Ascari e Fangio hanno stabilito un identico tempo sul giro - 1:42.1 minuti, ma Fangio è stato il primo ad inchiodarlo e, quindi, ha conquistato la pole per la gara. Alle spalle di Ascari c'era Stirling Moss, che si posizionava al terzo posto, seguito da Eugenio Castellotti al quarto posto.

    Una gara movimentata, ricca di problemi tecnici e ritiri per i team Mercedes, Maserati e Gordini. L'atmosfera tumultuosa culmina con Ascari che si tuffa in mare con una Lancia D50. Almeno questo incidente non ha nulla a che vedere con un guasto meccanico. Il Gran Premio di Monaco del 1955 ebbe un finale quasi comico quando tutti rimasero sbalorditi dal fatto che Maurice Trintignant, che gareggiava con una Ferrari affidabile, sovralimentata, ma apparentemente obsoleta, si rivelò il vincitore. Aveva guidato Eugenio Castellotti di soli 20 secondi nel centesimo e ultimo giro.

    Caratteristiche del modello :
    Modello di precisione in metallo costruito a mano da 1.598 parti
    Cappuccio motore staccabile e bloccabile
    Schermo regolabile incernierato
    Replica realistica del motore V8 completo di tubi e cablaggio
    Tubi di scarico in metallo
    Assale sterzante triangolare con ammortizzatori, sospensione anteriore a quadrilatero, molla a balestra trasversale, tutto in metallo.
    Sospensione posteriore con tubo De-Dion, molla a balestra trasversale, bracci longitudinali e ammortizzatori interni, tutti in metallo.
    Griglia del radiatore realizzata a mano in acciaio inox con supporti metallici
    Replicazione altamente dettagliata del sistema di raffreddamento
    Circolazione del carburante e dell'olio altamente dettagliata
    Tappi del carburante incernierati autenticamente replicati
    Tappo di riempimento olio incernierato e replicato autenticamente
    Sedile conducente e poggiatesta rivestiti in pelle rivestiti in pelle
    Cerchi perfettamente realizzati con raggi e nippli in acciaio inox su cerchio in lega.
    Dadi della serratura centrale con filettatura destra/sinistra, replicati fedelmente
    Elegante finitura con una vernice brillante nel colore originale
    Numero di partenza 30 stampato con il metodo di stampa a tampone
    Particolarità come accessorio: Booster-Trolley con dispositivo di avviamento assistito separato.



    Barcode 0000000004336


    Aggiungi l'articolo alla lista dei desideri!
     Articolo aggiunto alla tua lista dei desideri! 
I prezzi scontati sono validi solo per prenotazioni o acquisti On-Line

Note tecniche e descrizioni dei vari articoli sono pubblicati così come vengono forniti dal costruttore e/o distributore, immagini allegate comprese, e potrebbero contenere delle inesattezze o delle omissioni. Non ci assumiamo quindi alcuna responsabilità a riguardo.


Modellismo Gianni - Via Pier Vittorio Aldini n.41   Roma (Uscita G.R.A. Ciampino Zona Industriale)
Tel. 06/72673332 • Fax. 06/72677092 • P. IVA 04563861006 • Mail: info@modellismogianni.it © Modellismo Gianni 2007
NOTA: tutti i prodotti da Noi distribuiti recepiscono la DIRETTIVA R.&.T.T.E. 1999/5/CE DECRETO LEGISLATIVO 269/01
PAGAMENTI :     CONSEGNE IN 24/48 ORE :
Politica sulla privacy e sui cookie

webmaster : Massimo Marra