Catalogo

prodotti della stessa categoria

CMCM-197

FERRARI D50 MANUEL FANGIO 1/18 #1 GP ENGLAND ED.LIMIT.1000pz

PREZZO : €565.00
OFFERTA WEB : €485.00

DISPONIBILITÀ :  PochiPz. PochiPz.

CMC

  Manuale o Esploso

  Ulteriori Info

FERRARI D50 MANUEL FANGIO 1/18 #1 GP ENGLAND ED.LIMIT.1000pz


Avviato da Gianni Lancia con il supporto di idee tecnologicamente all'avanguardia, il progetto D50 si è rivelato una degna ricerca nelle mani di Enzo Ferrari. La Scuderia Ferrari ha avuto una stagione di corse di F1 di grande successo nel 1956. Al Gran Premio di Silverstone, in Inghilterra, Juan Manuel Fangio e Peter Collins hanno regatato la loro D50 con una doppia vittoria. La gara è stata caratterizzata da un alto tasso di fallimento: solo undici piloti hanno tagliato il traguardo.

La stagione del Grand Prix del 1956 ha avuto luogo la sua sesta gara il 14 luglio sul circuito di Silverstone, in Inghilterra. Il circuito di 4,71 km doveva essere girato 101 volte per consentire a ogni concorrente di completare la gara. La Scuderia Ferrari è arrivata con Juan Manuel Fangio, Alfonso de Portago, Eugenio Castellotti e Peter Collins per la gara, ciascuno con una Ferrari D50 dal muso corto. La formazione della Maserati consisteva in Stirling Moss, Jean Behra, Cesare Perdisa e Paco Godia, ognuno dei quali portava un 250F. Il team Vanwall era composto da Maurice Trintignant, Harry Schell e José Froilán González. Dopo una lunga assenza dalla pista da corsa, BRM è tornato con Mike Hawthorn, Tony Brooks e Ron Flockhart nella sua squadra. Alla gara di Silverstone erano presenti anche la squadra locale Connaught e la squadra di corse francese Gordini. Inoltre, c'erano molti corsari nella griglia di partenza,
Nelle prove di qualificazione Fangio e Moss avevano lottato per la prima posizione di partenza, che alla fine andò a Moss. Per l'unica volta in cui Fangio ha avuto una partenza molto buona, una rotazione iniziale lo ha fatto retrocedere. Al 16 ° giro, Moss ha preso il comando, e Hawthorn era alle calcagna fino a quando problemi tecnici lo hanno costretto a uscire al giro 24. Moss era ora a capo del privato Salvadori in una Maserati 250F, e Fangio era al terzo posto. Un pit-stop per un rifornimento di olio motore costò un po 'di tempo prezioso a Moss, e si affrettò a rimediare prima di riguadagnare il comando. Al 63 ° giro, Collins dovette ritirarsi con un serio problema tecnico, ma fu in grado di riprendere le corse nella macchina di Portago. Al 69 ° giro, Fangio ha preso il comando. Per sfortuna, Moss si è scontrato seriamente poco prima della fine della gara, questa volta con un assale rotto, che lo ha messo fuori gioco.

Barcode 2010244415216
Caratteristiche :

Modello di precisione in metallo costruito a mano da 1161 parti
Cofano motore staccabile e bloccabile
Coperchio di ventilazione apribile per il vano piedi del conducente
Replica esatta del motore V8 con accessori, tubi e cablaggio
Tubi di scarico in bundle in metallo
Asse triangolare anteriore con ammortizzatori e molla a balestra trasversale, tutto in metallo
Sospensione posteriore con tubo De-Dion, molla a balestra trasversale, aste di spinta e ammortizzatori di attrito, tutti in metallo
Radiatore dell'olio installato davanti al radiatore
Replica dettagliata della circolazione di carburante e olio e del sistema di raffreddamento,
Tappi apribili a cerniera per carburante e olio
Sedile e poggiatesta imbottiti rivestiti in pelle
Ruote incredibilmente realistiche e perfettamente realizzate con raggi e nipples in acciaio inossidabile montati su un cerchio in lega
Dadi di bloccaggio centrali con replica autenticata con filettatura destrorsa / sinistrorsa
Finitura elegante a mano nella tonalità e nel colore originale